Block Notes Genitori
ATTENZIONE!!! DA LEGGERE PRIMA DI EFFETTUARE LA REGISTRAZIONE!

Benvenuto/a sul forum "Block Notes Genitori".

Se sei intenzionato ad inscriverti al forum, Ti invitiamo, una volta effettuata l'iscrizione, a presentarsi nel forum CONOSCIAMOCI e nella sezione "Presentati", parlandoci un pò di te, tanto per rompere il ghiaccio.

L'accesso ad alcuni forum al momento dell'iscrizione, è bloccato, questo perchè molti utenti si iscrivono solo per leggere o per gioco, pertanto se mostrerai un sincero interesse a frequentare il forum, alcune sezioni (ad eccezione delle sezioni protette dove dovrai chiedere l'attivazione allo staff), saranno accessibili solo dopo aver scritto almeno 5 post.

Se invece, passati 7 giorni dal momento della tua iscrizione, ancora non ti sarai collegato al forum, la tua iscrizione verrà cancellata.

Ti aspettiamo!

Un amico immaginario

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Un amico immaginario

Messaggio Da Betty Boop il Ven 11 Gen 2008 - 16:31

Secondo una ricerca americana, pare che due terzi del totale di bambini abbia un amico immaginario con cui dialogano, litigano e giocano prima di prendere sonno, o durante il ritorno da scuola, o se si ritrovano da soli a casa.
Le luci si spengono, la mamma da il della buonanotte, il buio incombe ma il sonno no.
E' così che nasce quest'amico speciale, a volte perfettamente invisibile, a volte incarnato in un peluche, ecc.

Gli psicologi tranquillizzano i genitori: è tutto normale, è il loro doppio...


Lula ha scritto:Luca non ha mai avuto un amico immaginario, ma ha sempre avuto il suo peluche il gattino....con cui dorme ora ha anche Teo il cane e la mattina è carino perchè quando si alza per andare in bagno se li porta dietro!


Astrolabio_61 ha scritto:
I bambini sembra che diano vita a questi pelusche, non è un po come avere un amico immaginario?
spesso ci parlano, li mettono in posizione come per farsi vedere mentre giocano.
Troppo divertenti nella loro piccola ingenuità.

Marco



Io da piccola avrei tanto voluto possedere un orsacchiotto, ma mio padre detestava questi aspetti, che definiva "da bambinetti"...
In compenso possedevo una discreta collezione di bambole, alle quali io e mia sorella attribuivamo una personalità. E la nostra passione era fare le mamme, come tutte le bambine fanno...
Parlare con le bambole è una cosa, ma l'amico immaginario è altro...
Nell'articolo di Repubblica c'è un riferimento al bambino del film "Shining" di Kubrick, chi non lo ricorda? Io non l'ho mai visto, è troppo inquietante...
Il piccolo protagonista ha un amico immaginario "rappresentato iconicamente da un dito del bambino che si muove in orizzontale e in verticale, mentre parla assumendo una vocina arcana".
Il riferimento non è casuale, perchè pare che la location del film, appositamente casa immensa e semideserta, ben si presta a rappresentare la "solitudine" del bambino, che ricorre all'espediente dell'amico che esiste solo nella sua fantasia...
Paura, eh? Io sì...
All'amico immaginario si attribuiscono liberamente dei poteri... perchè è magico. Può volare, scomparire e ricomparire quando vuole, è onnipotente e onniscente.


Lula ha scritto:io credo che l'amico immaginario compensi i limiti di noi genitori. Per quanto si cerchi di mettersi al loro livello, non potremo mai tornare bambini. Io non ci trovo nulla di male, come non lo reputo un comportamento troppo infantile dare vita ai pupazzi e bambole.
Ancora oggi Luca si diverte un mondo, quando la sera non vuole andare a letto per convincerlo, do voce al micetto che lo chiama dal letto per invitarlo a raggiungerlo....."luca Luca, abbiamo sonno, vieni a farci compagnia??" e Luca ride e corre a letto....poi la mattina quando non vuole alzarsi ecco il micetto che si "anima" e con le zampine lo trascina per la gamba giù dal letto. Finchè dura, finchè funziona, perchè non farlo?


Ninfa ha scritto:credo che se non diventa una "ossessione" non c'è nulla di male. Amico immaginario o bambola preferita.
Ricordate il telefilm "tre nipoti e un maggiordomo"? la bambina parlava sempre con la sua bambola preferita, prendeva il te con lei e le raccontava tutti i suoi segreti.
Io non ho mai avuto un amico immaginario ma amavo molto una bambolina mignon che non abbandonavo mai. Durante uno dei tanti traslochi è andata persa e io ho pianto per tre giorni.


Un esempio pregevole di amico immaginario sulla pellicola è quello di "Chocolat", ricordate?
La bambina della protagonista aveva un amico invisibile che chiamava "Pantoufle"... dolcissima! Ma ne era anche ossessionata...


sabry ha scritto:Parlando di amico immaginario mi avete ricordato Ale quand'era piccolo, aveva circa 2 anni e ogni volta che magari lo rimproveravo, alzavo magari un po' di piu' la voce urlava: GEFFEEEEEE e io gli chiedevo chi e'? Dov'e'? E lui mi rispondeva che era un suo amico e che: "E' andato di la'".
Un paio di mesi fa ne stavo parlando con Simone di questa cosa e Ale mi ha confessato che era il suo amico immaginario che lo aiutava quando era in difficolta'.
Io non ho avuto amici immaginari, ma come dice Elena raccontavo tutto ad una bambola, la mia preferita


Ecco, questa cosa di tuo figlio mi ha fatto ricordare che nei momenti di difficoltà anch'io chiamavo qualcuno.
Ero rimasta colpita dal Principe della favola de La bella addormentata, soprattutto la scena del roveto attorno al castello e di lui che si fa strada. Poi combatte contro quella terribile strega trasformatasi in drago...
In una versione il Principe aveva il nome di Filippo. E questo nome invocavo, stando a quanto mi raccontava mia madre...


gramigna ha scritto:Io mi immaginavo di avere una sorella gemella e ci giocavo sempre, per me era quasi reale! Probabilmente perchè le mie più care amiche erano due gemelle e l'avrei voluta anch'io.... Poi avevo un panda con cui dormivo che si chiamava Caribù e ci ho dormito dagli 8 ai 15 anni e forse anche di più! Penso che dalla mia camera se ne sia andato solo quando ho traslocato!
Mio figlio invece non ha amici immaginari, a volte gioca con i pelusce ma ogni volta con uno diverso e senza dargli un nome...forse lo farà più avanti, ancora non ne sente il bisogno

Betty Boop
Nonna Belarda/Nonno Geppo
Nonna Belarda/Nonno Geppo

Femminile
Numero di messaggi : 1817
Località : nei pressi di Roma
Occupazione/Hobby : recitazione, lettura, scrittura
"Chi sei" in poche parole : amo il teatro e la buona conversazione
Data d'iscrizione : 08.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum