Block Notes Genitori
ATTENZIONE!!! DA LEGGERE PRIMA DI EFFETTUARE LA REGISTRAZIONE!

Benvenuto/a sul forum "Block Notes Genitori".

Se sei intenzionato ad inscriverti al forum, Ti invitiamo, una volta effettuata l'iscrizione, a presentarsi nel forum CONOSCIAMOCI e nella sezione "Presentati", parlandoci un pò di te, tanto per rompere il ghiaccio.

L'accesso ad alcuni forum al momento dell'iscrizione, è bloccato, questo perchè molti utenti si iscrivono solo per leggere o per gioco, pertanto se mostrerai un sincero interesse a frequentare il forum, alcune sezioni (ad eccezione delle sezioni protette dove dovrai chiedere l'attivazione allo staff), saranno accessibili solo dopo aver scritto almeno 5 post.

Se invece, passati 7 giorni dal momento della tua iscrizione, ancora non ti sarai collegato al forum, la tua iscrizione verrà cancellata.

Ti aspettiamo!

Mario

Andare in basso

Mario Empty Mario

Messaggio Da marioboss55 il Mar 8 Mag 2012 - 16:12

Mario

Mariò era nu' piccirillo omettò e' sette annì
tuttè e' serè quann tuttì dormivàn
luì si mettèv a' piedì ro' suo lettìn
è guardàv a' lunà quann ce steva
quèll serà a' lunà era altà into cielò stellàt
Mariò restàv a guardàrl ppe mo'
poì cu nu' sospìr riceva a bassà vocè
ùn juorno àndrò a' sù 'ncoppa lunà
guardàv e' stellè e ne era pigliato ra tantà bellèzz
quèl juorno avevà ricevùt in regalò nu' librò
s trattàv e' Petèr Pan o' nonnò o' avevà lettò ppe isso
dòp cenè e o' avevà completàt in camerà sua
luì avevà chiusò e' uocchi e o' nonnò o' avevà baciàt in front
còm facevà sempe appenà si addomentàv
luì ricordàv bbene a' storià e in particolàr ricordàv
Trìll cu a' sua polverìn magicà
àccostò na' seggia a' finèstr e sàlì ncopp'o' davanzàl
chiùs e' uocchi e usandò nu' pò e' polverìn volò
près a' direzziòn ra' lunà ma fù distràtt a millè cosè
fiumì e' laghì o' mar e' parchì aro' a vote' andavà a giocarè
l sua scuola a' chiesà aro' a' Domenìc andavà a pregarè
s stùpì re' tantè lucì e' notta neglì edifìc
ì tettì re' casè a' cattedràl e' grattacièl
allòr decisè facciò prima nu' girò e poi vaco sù
l meravìgl dei laghì e' fiumì e comm eranò grandì e' oceanì
montì e comm era bellu volarè e' fiancò aglì aerì e' rott'a'
òr pèrò fù attràtt dal chiaròr ra' lunà
ancòr nu' pò e' polverìn e ci simme
finalmènt 'ncoppa lunà ca' bellu guardàr o' munno ra quàsù
m ppe'tramente' pensàv ca' magarì a' prossìm serà
dòp avèr fatto na' buona scortà e' polverìn magicà
magàr potevà i' su chella stellà là chella cchiu' luminosa
èr felicè estasiàt ra tuttò ciò ca' o' circondàv
m eccò nu' raggiò e' sol ca' illuminàv a' sua stanzà
m era statò nu' sognò o cosà ? a' mammà e' ondò incòntr
è Mariò e' ràccondò tuttò a' mammà o' àscoltò e poi sorridènt
gl dissè: dai vestìt omettò mie e àndò in cucina
portandòs cu si a' seggia Mariò era eccitàt
è si vesttì in frettà e si chiedèv ma era statò nu' sogno?
àndò versò a' finèstr e lì ncopp'o' davanzàl vidè nu' po e' polvèr
nòn era d''orò comm chella ca' avevà usatò isso ma forse
diventàv magicà sul e' notta o' juorno salùtò o' munno e cu
ùn soffiò e' vento accarèzz a' chiomà e' chillu bimbò sognatorè.

La frase originale era:

" Mario

Mario era un piccolo ometto di sette anni
e tutte le sere quando tutti dormivano
lui si metteva ai piedi del suo lettino
e guardava la luna quando c'era
quella sera la luna era alta nel cielo stellato
Mario restava a guardarla per ora
poi con un sospiro diceva a bassa voce
un giorno andrò la sù sulla luna
guardava le stelle e ne era preso da tanta bellezza
quel giorno aveva ricevuto in regalo un libro
si trattava di Peter Pan il nonno lo aveva letto per lui
dopo cene e lo aveva completato in camera sua
lui aveva chiuso gli occhi e il nonno lo aveva baciato in fronte
come faceva sempre appena si addomentava
lui ricordava bene la storia e in particolare ricordava
Trilli con la sua polverina magica
accostò una sedia alla finestra e salì sul davanzale
chiuse gli occhi e usando un pò di polverina volò
prese la direzzione della luna ma fù distratto a mille cose
i fiumi i laghi il mare i parchi dove a volte andava a giocare
la sua scuola la chiesa dove la Domenica andava a pregare
si stupì delle tante luci di notte negli edifici
i tetti delle case la cattedrale i grattacieli
allora decise faccio prima un giro e poi vado sù
la meravigli dei laghi i fiumi e come erano grandi gli oceani
i monti e come era bello volare di fianco agli aeri di rotta
ora però fù attratto dal chiarore della luna
ancora un pò di polverina e ci siamo
finalmente sulla luna che bello guardare il mondo da quasù
ma mentre pensava che magari la prossima sera
dopo aver fatto una buona scorta di polverina magica
magari poteva andare su quella stella là quella più luminosa
era felice estasiato da tutto ciò che lo circondava
ma ecco un raggio di sole che illuminava la sua stanza
ma era stato un sogno o cosa ? la mamma gli ondò incontro e
Mario gli raccondò tutto la mamma lo ascoltò e poi sorridente
gli disse: dai vestiti ometto mio e andò in cucina
portandosi con se la sedia Mario era eccitato
e si vestti in fretta e si chiedeva ma era stato un sogno?
andò verso la finestra e lì sul davanzale vide un po di polvere
non era d'oro come quella che aveva usato lui ma forse
diventava magica solo di notte il giorno salutò il mondo e con
un soffio di vento accarezzo la chioma di quel bimbo sognatore. "
marioboss55
marioboss55
Maturo/Matura
Maturo/Matura

Maschio
Leone Numero di messaggi : 326
04.08.55
Età : 64
Località : Napoli
Occupazione/Hobby : operaio
"Chi sei" in poche parole : Pulcinella
Data d'iscrizione : 03.03.12

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum