Block Notes Genitori

sonetto ottavo di Pablo Neruda

Andare in basso

sonetto ottavo di Pablo Neruda Empty sonetto ottavo di Pablo Neruda

Messaggio Da Maggie50 il Ven 12 Feb 2010 - 21:11

Sonetto VIII
Neruda, Poesie

Se non fosse perché i tuoi occhi hanno color di luna,
di giorno con argilla, con lavoro, con fuoco,
e tieni imprigionata l’agilità dell’aria,
se non fosse perché sei una settimana d’ambra,

se non fosse perché sei il momento giallo
in cui l’autunno sale su pei rampicanti
e anche sei il pane che la luna fragrante
elabora passeggiando la sua farina pel cielo,

oh, adorata, io non t’amerei!
Nel tuo abbraccio io abbraccio ciò ch’esiste,
l’arena, il tempo, l’albero della pioggia,

e tutto vive perché io viva:
senz’andare sì lungi posso veder tutto:
vedo nella tua vita tutto ciò che vive.


Sonetti d’amore. Pablo Neruda, Parral 1904 – Santiago 1973
Maggie50
Maggie50
Nonna Belarda/Nonno Geppo
Nonna Belarda/Nonno Geppo

Femmina
Toro Numero di messaggi : 9071
09.05.50
Età : 69
Località : verona
Occupazione/Hobby : segretaria -leggo, scrivo, so fare l'origami.
"Chi sei" in poche parole : sono una persona socievole, è la prima volta che parlo scrivendo
Data d'iscrizione : 29.08.08

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum